L’aridità dell’aria.

Prendo la strada con i suoi confini

vedo i confini di questa corsa

e poco m’importa,

e poco m’importa se tu ci sei
chiedimi, chiedimi, chiedimi cosa ne penso
ti lascerò scavare

lacera il ventre il tuo vento e
poi da questa voragine ti lascerò passare


mi chiedi: “Fammi un esempio a caso” e
sento l’aridità dell’aria
che pesa, pesa, pesa su di me
se adesso urlo riesco a frantumarla


metti il tuo sguardo ghiacciato sul detonatore,
dai riduci in polvere tutto così potrò ricominciare.
(C.Dona’ + Birthh) 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Sono così.

Sono così

non ho tempo per i rimpianti
gioco con i destini, mi annoio facilmente
prometto e non mantengo.
Inutile cambiarmi:
La certezza mi  è estranea
per l’imbarazzo dell’amore
per l’immaginazione
perché sono devota
solo all’indolenza.
Imprevedibili i miei appuntamenti
sono una fuga prima del tempo
un sole che non basta
una notte che mai si schiude
sono impetuosi sussulti tra la sete e il dissetarsi.
Sono così, un silenzio per raccogliermi,
un lento terrore per disperdermi,
un silenzio e un terrore per curare una crudele memoria
non c’è luce che possa guidarmi:
Possiedo solo i miei peccati.

(J.Haddad)


Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

‘E Kose Ke Spakkano

Vurria addiventà ricco e cchino e sorde
pe chello ca me credo ca è a rikkezza
‘o sanghe e ll’ate, nu braccio ca se spezza

vurria pensà a sta buono ogni matina,
pensanno che sò stato fortunato..
e se guadagno è n’copp ‘o sanghe ‘e ll’ate

keste so ‘e kose ke spakkano
keste so ‘e kose ke spakkano

vurria pensà ca tanto nun se cagna
a stà pe sempe ricco ‘e bellestorie,
‘e na vucchella n’ommo s’innamora..

vurria pensà pe sempe a chistu vico
e m’arraggià pe cose chiù veniali..
e restà buono cu gente sempe uguale

keste so ‘e kose ke spakkano
keste so ‘e kose ke spakkano

vurria avè sempe na parola sola
pe gghì gradasso astuto e buffonciello
fosse ‘o lione areto a na cancella..

vurria pensà ca e vote nun è overo
ka se non crisce non si nato buono..
e pe gghi annanzo ‘o munno, ‘o munno sona.

(24 Grana)

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

The fools who dream

My aunt used to live in Paris
I remember, she used to come home and tell us
stories about being abroad and
I remember that she told us she jumped in the river once
Barefoot

She smiled
Leapt, without looking
And She tumbled into the Seine!
The water was freezing
she spent a month sneezing
but said she would do it, again

Here’s to the ones
who dream
Foolish, as they may seem
Here’s to the hearts
that ache
Here’s to the mess
we make

She captured a feeling
Sky with no ceiling
Sunset inside a frame
She lived in her liquor
and died with a flicker
I’ll always remember the flame

Here’s to the ones
who dream
Foolish, as they may seem
Here’s to the hearts
that ache
Here’s to the mess
we make

She told me:
A bit of madness is key
to give us new colors to see
Who knows where it will lead us?
And that’s why they need us

So bring on the rebels
The ripples from pebbles
The painters, and poets, and plays

And here’s to the fools
who dream
Crazy, as they may seem
Here’s to the hearts that break
Here’s to the mess we make

I trace it all back
to then
Her, and the snow, and the Seine
Smiling through it
She said
She’d do it, again.

(La La Land)

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

What the water gave me.

Time it took us
To where the water was
That’s what the water gave me
And time goes quicker
Between the two of us
Oh, my love, don’t forsake me
Take what the water gave me

Lay me down
Let the only sound
Be the overflow
Pockets full of stones

Lay me down
Let the only sound
Be the overflow

And oh, poor Atlas
The world’s a beast of a burden
You’ve been holding up a long time
And all this longing
And the ships are left to rust
That’s what the water gave us

So lay me down
Let the only sound
Be the overflow
Pockets full of stones
Lay me down
Let the only sound
Be the overflow

‘Cause they took your loved ones
But returned them in exchange for you
But would you have it any other way?
Would you have it any other way?
You couldn’t have it any other way

‘Cause she’s a cruel mistress
And a bargain must be made
But oh, my love, don’t forget me
When I let the water take me

So lay me down
Let the only sound
Be the over flow
Pockets full of stones

Lay me down
Let the only sound
Be the overflow

So lay me down
Let the only sound
Be the overflow
Pockets full of stones

Lay me down
Let the only sound
Be the overflow.

(Florence + The Machine)

image

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Acrobati

Visto dall’oblò di questo aereo 
il mondo sembra ben organizzato 
Dell’uomo cogli l’operato serio 

il tratto netto, duro ed ordinato.
Reticoli di campi cesellati
di cui non percepisci mai l’arsura
e specchi d’acqua poi, come diamanti
che l’uomo ha regalato alla natura
forse per darle una struttura
per darle una struttura…
Le strade che si inseguono impossibili
dei popoli raccontano il cammino
aggirano i più straordinari ostacoli
o basta non guardarle da vicino

E noi che siamo in mezzo a queste ali impavide
non siamo niente o siamo tutto
lasciarci trasportare è stato facile
ma adesso ritornare giù non sembrerebbe giusto
Dovremmo resistere
Dovremmo insistere
e starcene ancora su
se fosse possibile
Toccando le nuvole
O vivere altissimi
come due acrobati
Sospesi

Non guardare giù, non so se c’è la rete
Il mondo da quassù sembra lontano e invece
invece è un attimo e lo sai
rifinirci dentro
e devo stare attento
a non sbagliare ancora (col tempo)
a non sbagliare movimento (s’impara)
a non sbagliare (a stare sospesi)

E c’è una strada sottilissima
che non riesco più a vedere
Se continui ad aggrapparti rischiamo di cadere
di cadere oppure fingere un’altra acrobazia
questione di equilibrio
l’equilibrio è una filosofia.
Dovremmo resistere
dovremmo insistere
e starcene ancora sù
se fosse possibile
toccando le nuvole
o vivere altissimi
come due acrobati
sospesi

Il tempo
non passa
rallenta
si ferma
è il vento
che conta
che canta

Disobbedire alla gravità
non credo che sia grave
non credo che sia grave
non puoi chiamarla libertà
finchè non rischi di cadere
non rischi di cadere
dall’alto
c’è sempre qualcuno che guarda
guarda.

(D.Silvestri)

image

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Rock’n’Roll Suicide

Time takes a cigarette, puts it in your mouth
You pull on your finger, then another finger, then your cigarette
The wall-to-wall is calling, it lingers, then you forget
Ohh how how how, you’re a rock ‘n’ roll suicide

You’re too old to lose it, too young to choose it
And the clocks waits so patiently on your song
You walk past a cafe but you don’t eat when you’ve lived too long
Oh, no, no, no, you’re a rock ‘n’ roll suicide

Chev brakes are snarling as you stumble across the road
But the day breaks instead so you hurry home
Don’t let the sun blast your shadow
Don’t let the milk float ride your mind
You’re so natural – religiously unkind

Oh no love! you’re not alone
You’re watching yourself but you’re too unfair
You got your head all tangled up but if i could only
Make you care
Oh no love! you’re not alone
No matter what or who you’ve been
No matter when or where you’ve seen
All the knives seem to lacerate your brain
I’ve had my share, I’ll help you with the pain
You’re not alone

Just turn on with me and you’re not alone
Let’s turn on with me and you’re not alone (wonderful)
Let’s turn on and be not alone (wonderful)
Gimme your hands cause you’re wonderful (wonderful)
Gimme your hands cause you’re wonderful (wonderful)
Oh gimme your hands.

(D.Bowie)

 

FB_IMG_1452506904800

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento